Quadri, opere grafiche, serigrafia, litografia, incisione, formati, stampe artistiche, decorazioni interne, arredamento, arte, galleria, editoria d’arte, libri d’arte, mostre, omaggi aziendali, regalo, oggetti promozionali, omaggio, forniture, Fornaresio

ANNI '70

 

Nel 1975 Gianni Fornaresio si trasferisce a Venezia per motivi di studio e conosce un gruppo di giovani artisti con i quali entra in contatto. Erano venti giovani di belle speranze che in estate vendevano i loro lavori ai turisti ed in inverno dovevano capire come "sopravvivere".

 

Gianni Fornaresio entra a far parte del gruppo chiamato "Artisti Associati" con la mansione di aiuto corniciaio. Dopo poco tempo inizia a gestire le vendite esterne.

 

Nel 1977 torna a Torino mentre continua a collaborare con "Artisti Associati" occupandosi della distribuzione di questi lavori "commerciali" a negozi d'arredamento e corniciai in tutta l'Italia del nord.

 

 

ANNI '80

 

STAMPE E LIBRI ANTICHI

 

Nei primi anni '80 Gianni Fornaresio entra in contatto con uno "studioso," nonché estimatore di stampe antiche, che lo introduce in questo affascinante mondo. Viaggia in Francia ed Inghilterra e partecipa a diverse fiere per acquisire materiale.

 

Mentre "maneggia" stampe e libri antichi, ne recepisce l'essenza e ne ricava una notevole esperienza e competenza sia iconografica che tecnica, continua ad occuparsi di arte contemporanea. Diviene agente per diversi editori di opere grafiche, tra i più importanti lo Studio Marconi di Milano.

 

LA PRIMA GALLERIA

 

Negli stessi anni Gianni Fornaresio realizza il sogno di avere una Galleria d'Arte nel centro della città. In questo spazio si occupa di grafica moderna, stampe antiche e cornici.

 

LE PRIME EDIZIONI

 

Fornaresio realizza la prima edizione con Francesco CasoratiIn questo periodo Fornaresio produce numerose tirature con i più noti artisti dell'area torinese come Giacomo Soffiantino, Romano Campagnoli, Giorgio Ramella, Tino Aime e Ugo Nespolo, con il quale stringe una profonda amicizia e che lo introduce nel mercato nazionale. Nel 1984 si inaugura il Museo di Rivoli con una mostra in cui espongono, tra gli altri, Emilio Vedova, di cui Fornaresio produce una edizione. Vedova, normalmente restio a commercializzare le sue opere, acconsente.

 

Nel 1986 viene prodotto Enrico BajNel 1987 partecipando alla Fiera di Francoforte, Gianni Fornaresio conosce Luigi Rimoldi, editore e mercante di Luigi Veronesi che domanda a Fornaresio se può essere interessato a produrre delle grafiche con il maestro. Morto prematuramente Rimoldi, prende il suo posto Paolo Minoli ad occuparsi della consulenza commerciale di Veronesi. Minoli, artista e docente di Cromatologia all'Accademia di Brera, era anche il consulente di Bruno Munari. Vengono così prodotte varie opere di Veronesi e Munari.

 

ARTE APPLICATA

 

Nel 1987 lo Studio Fornaresio si trasferisce dalla piccola Galleria in centro ai Docks Dora, struttura proto-industriale dai grandi spazi. Oltre allo spazio espositivo c'è anche un laboratorio serigrafico dove vengono prodotti gli Orologi d'autore di Nespolo, Del Pezzo e Veronesi. Avendo a disposizione un laboratorio serigrafico produce egli stesso degli orologi da parete e realizza anche la serie “Icons”.

 

 

ANNI '90

 

Nel 1991 lo Studio Fornaresio realizza una cartella di cinque opere di Alighiero Boetti.

 

Nel 1992 inizia la collaborazione con Daniele Fissore e produce numerose grafiche apprezzate dal pubblico. Negli stessi anni produce Aldo Mondino, Janusz Haka, Antonio Carena, Luigi Mainolfi, Antonio Pedretti, Piero Ruggeri e Roger Selden. Tutte le edizioni prodotte dallo Studio Fornaresio sono state stampate nel laboratorio di Alberto Serighelli (probabilmente il miglior stampatore italiano).  Nel 1997 lo Studio Fornaresio ha un rapporto in esclusiva con Ermanno Barovero, attuale docente di Tecniche dell’Incisione all’Accademia Albertina di Torino e allestisce un laboratorio calcografico dove vengono realizzate incisioni di piccola dimensione di Barovero.

 

 

2000 - 2010

 

La sede dello Studio viene trasferita dai Docks Dora agli attuali ampi spazi situati nel centro della città, dove oltre ad avere uno spazio espositivo c’è un laboratorio di cornici e un laboratorio calcografico.

 

Nel 2001 Gianni Fornaresio inizia a collaborare con Piero Guccione.

 

 

ANNI RECENTI

 

Gianni Fornaresio riprende  a collaborare con il Professor Ugo Nespolo. Vengono prodotte due edizioni di grande formato: Museo Fiori e Gran Torino e la splendida cartella "Vaffanculo" in formato piccolo e grande. Quest’ultima realizzata nel laboratorio dello Studio Fornaresio.

 

Nel 2012 produce con Piero Guccione una stupenda acquaforte e acquatinta: Il Bacio e la  Sicilia.

 

Nel 2014 Gianni Fornaresio espone la serie di serigrafie “Icons” insieme ad un numerosi lavori da lui creati a partire dagli anni ’80. Da qui in poi si susseguono lavori calcografici con la tecnica del carborudum e interventi a mano realizzati nel suo laboratorio. Tra questi, la “Gioconda” viene scelta per illustrare la copertina di Torino Magazine dell’estate 2015, riscuotendo grande apprezzamento tra il pubblico. Nello stesso periodo espone i suoi lavori nella mostra “I loft you” realizzata negli spazi del concept store Onlywood di Torino.

 

Nel 2016 è autore ed editore del libro “Gocce”, una serie di quattordici tavole illustrate che hanno come soggetto la parola “Amore” declinata in varie lingue, accompagnate da testi scritti da diversi autori su questo tema tra cui Prem Rawat, artista e ambasciatore di pace, Ugo Nespolo, Sergio Ragalzi, Andrea Cenni e Guido BarosioNello stesso anno gli spazi espositivi dello Studio Fornaresio ospitano la mostra personale di Sergio Ragalzi “Farfalle Erotiche 2015”, dove vengono esposti lavori inediti dell’artista.

 

 

 

 

FIERE STUDIO FORNARESIO

 

1987 - Art Jonction International, Nice, France

1987 - Frankfurter Buchmesse, Frankfurt, Deutschland

1988 - Fiera Internazionale di Arte Contemporanea, Bari, Italia

1989/2010 - Arte Fiera, Bologna, Italia

1989 - Fiac Edition Saga, Paris, France

1998 - Art Multiple Kunstmesse, Düsseldorf, Deutschland

1999 - Kunstmarkt, Düsseldorf, Deutschland

2011/2014 - Art Verona, Italia

 

 

 

EDIZIONI DELLO STUDIO FORNARESIO

 

1981 - Francesco Casorati

1983 - Ugo Nespolo

1984 - Emilio Vedova

1986 - Enrico Baj

1987 - Luigi Veronsei, Bruno Munari, Otto Hofmann

1987 - Orologi d’autore Ugo Nespolo, Lucio Del Pezzo, Luigi Veronesi

1988 - Gaudaire-Thor

1989 - Aoi Huber

1990 - Aldo Mondino, Italo Bressan, Bruno Donzelli, Anna Valla

1991 - Alighiero Boetti

1992 - Daniele Fissore, Janusz Haka, Ermanno Barovero, Antonio Pedretti

1997 - Piero Ruggeri

2001 - Piero Guccione, Roger Selden

2003 - Luigi Mainolfi

2008 - Piero Guccione

2010 - Ugo Nespolo

2012 - Ugo Nespolo

2014 - Piero Guccione

2016 - Sergio Ragalzi

 

 

 

MOSTRE GALLERIA DELLO STUDIO FORNARESIO

 

1987 - Andy Warhol

1989 - Bruno Munari, Luigi Veronesi

1992 - Ugo Nespolo

1992 - Alighiero Boetti

1996 - Ermanno Barovero

1997 - Collettiva Aldo Mondino, Bruno Munari, Luigi Veronesi, Daniele Fissore, Antonio   Pedretti

1998 - Daniele Fissore

2005 - Roger Selden

2006 - Antonio Carena

2007 - Janusz Haka

2008 - Piero Guccione

2012 - Ugo Nespolo

2016 - Sergio Ragalzi

 

 

 

MOSTRE PERSONALI GIANNI FORNARESIO

 

2014 - “Icons”, Studio Fornaresio, Torino, Italia

2015 - “I loft you”, Onlywood, Torino, Italia

2015 - “Gioconda”, Studio Fornaresio, Torino, Italia

2016 - “Gocce”, Studio Fornaresio, Torino, Italia